BRUNELLO DI MONTALCINO 2014

DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA

brunello-di-montalcino-senza-annata

Uvaggio: 100% Sangiovese Grosso detto a Montalcino “Brunello”

Vinificazione: medio-lunga macerazione sulle vinacce con frequenti rimontaggi scalari; temperatura massima fatta liberamente salire fino a 30° C

Affinamento in legno: oltre 30 mesi in botti di rovere di Slavonia e francese medio-grandi

Affinamento in bottiglia: superiore al minimo di 4 mesi come da disciplinare di produzione, in locale condizionato

Colore: rosso rubino intenso tendente al granato

Profumo: elegante e fruttato, molto intenso e complesso con note balsamiche

Sapore: di grande struttura, elegante ed armonico, molto persistente

Abbinamenti: carni rosse in umido e selvaggina, formaggi stagionati. Stappare la bottiglia almeno due ore prima al fine di arieggiare il vino. Servire ad una temperatura di 18°C in ampi bicchieri di cristallo

Prima annata prodotta:  1966

Bottiglie prodotte: 

1500 ml – 50 bottiglie

750 ml – 15.966 bottiglie

375 ml – 1.200 bottiglie

Andamento climatico:  Un inverno molto piovoso con temperature nettamente al di sopra della media, senza gelate e neve, ed una primavera completamente opposta, ricca di piogge e clima fresco, hanno contribuito ad una fioritura piuttosto ritardata. Stessa sorte per i mesi estivi, con un’alta presenza di piogge, protratte fino al mese di luglio, con grandinate in alcune zone della collina. Un andamento stagionale che ha messo in allarme i viticoltori intervenendo sia con trattamenti fitosanitari che per la gestione della chioma e del verde. L’invaiatura nettamente in ritardo alle medie ha portato al raggiungimento della vendemmia solo a fine settembre.

Valutazione annata: 

(Consorzio del Vino Brunello di Montalcino)

BRUNELLO DI MONTALCINO 2013

DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA

Brunello-13-1

Uvaggio: 100% Sangiovese Grosso detto a Montalcino “Brunello”

Vinificazione: medio-lunga macerazione sulle vinacce con frequenti rimontaggi scalari; temperatura massima fatta liberamente salire fino a 30° C

Affinamento in legno: oltre 30 mesi in botti di rovere di Slavonia e francese medio-grandi

Affinamento in bottiglia: superiore al minimo di 4 mesi come da disciplinare di produzione, in locale condizionato

Colore: rosso rubino intenso tendente al granato

Profumo: floreale, fruttato, intenso, con sentori di sottobosco

Sapore: di grande struttura, elegante ed armonico, molto persistente

Abbinamenti: carni rosse in umido e selvaggina, formaggi stagionati. Stappare la bottiglia almeno due ore prima al fine di arieggiare il vino. Servire ad una temperatura di 18°C in ampi bicchieri di cristallo

Prima annata prodotta:  1966

Bottiglie prodotte: 

1500 ml – 100 bottiglie

750 ml – 14.581 bottiglie

375 ml –  1.104 bottiglie

Andamento climatico:  Piogge regolari e temperature invernali in linea con la stagione hanno permesso lo sviluppo vegetativo della pianta in tempi omogenei ed in linea con la stagione, proseguendo poi con un’estate relativamente fresca e buone escursioni termiche che hanno favorito la maturazione lenta delle uve, creando le condizioni per una vendemmia di stampo tradizionale a fine settembre. La 2013 è una delle ultime annate ad avere un andamento climatico costante, ricordando per alcuni aspetti annate tipiche degli scorsi anni ’90.

Valutazione annata: 

(Consorzio del Vino Brunello di Montalcino)

BRUNELLO DI MONTALCINO 2012

DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA

Brunello-12

Uvaggio: 100% Sangiovese Grosso detto a Montalcino “Brunello”

Vinificazione: medio-lunga macerazione sulle vinacce con frequenti rimontaggi scalari; temperatura massima fatta liberamente salire fino a 30° C

Affinamento in legno: oltre 30 mesi in botti di rovere di Slavonia e francese medio-grandi

Affinamento in bottiglia: superiore al minimo di 4 mesi come da disciplinare di produzione, in locale condizionato

Colore: rosso rubino intenso tendente al granato

Profumo: floreale, fruttato, intenso, con sentori di sottobosco

Sapore: di grande struttura, elegante ed armonico, molto persistente

Abbinamenti: carni rosse in umido e selvaggina, formaggi stagionati. Stappare la bottiglia almeno due ore prima al fine di arieggiare il vino. Servire ad una temperatura di 18°C in ampi bicchieri di cristallo

Prima annata prodotta:  1966

Bottiglie prodotte: 

1500 ml – 127 bottiglie

750 ml – 18.179 bottiglie

375 ml –  1.800 bottiglie

Andamento climatico:  Annata piuttosto fuori dai canoni per il Brunello, con un inverno molto caldo rispetto alle medie locali ed abbondanti nevicate nel finire della stagione che hanno messo a dura prova i germogli a rischio gelate. Dopo una primavera costante nell’andamento climatico, i vigneti hanno sofferto una calda e siccitosa estate con assenza di piogge fino al mese di agosto, a cui hanno reagito grazie alle riserve idriche immagazzinate con la neve di febbraio. Dopo un calo delle temperature a fine agosto, le escursioni termiche giorno/notte hanno fatto si che vendemmiasse in un settembre tradizionale per i nostri standard e in condizioni ideali.

Valutazione annata: 

(Consorzio del Vino Brunello di Montalcino)

BRUNELLO DI MONTALCINO 2011

DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA

Canalicchio-BRUNELLO-2009-400x700 copia

Uvaggio: 100% Sangiovese Grosso detto a Montalcino “Brunello”

Vinificazione: medio-lunga macerazione sulle vinacce con frequenti rimontaggi scalari; temperatura massima fatta liberamente salire fino a 30° C

Affinamento in legno: oltre 30 mesi in botti di rovere di Slavonia e francese medio-grandi

Affinamento in bottiglia: superiore al minimo di 4 mesi come da disciplinare di produzione, in locale condizionato

Colore: rosso rubino intenso tendente al granato

Profumo: floreale, fruttato, intenso, con sentori di sottobosco

Sapore: di grande struttura, elegante ed armonico, molto persistente

Abbinamenti: carni rosse in umido e selvaggina, formaggi stagionati. Stappare la bottiglia almeno due ore prima al fine di arieggiare il vino. Servire ad una temperatura di 18°C in ampi bicchieri di cristallo

Prima annata prodotta:  1966

Bottiglie prodotte: 

1.500 ml – 70 bottiglie

750 ml – 17.726 bottiglie

375 ml – 1.530 bottiglie

Andamento climatico:  Le abbondanti piogge primaverili e le elevate temperature del periodo hanno causato uno sviluppo vegetativo anticipato di quindici giorni con un conseguente anticipo sull’invaiatura nella seconda decade di Luglio. La seconda metà di agosto è stata caratterizzata da un deciso rialzo termico, che ha portato a un riequilibrio. Le elevate temperature anche a settembre hanno influito sulle uve facendo salire il contenuto zuccherino e portando infatti ad una vendemmia leggermente anticipata. Solo il buon contenuto di argilla nel terreno, che ha rilasciato l’ultima acqua accumulata, ha permesso di cogliere uve molto concentrate e piene di vigore.

Valutazione annata: 

(Consorzio del Vino Brunello di Montalcino)

BRUNELLO DI MONTALCINO 2010

DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA

Canalicchio-BRUNELLO-2009-400x700 copia

Uvaggio: 100% Sangiovese Grosso detto a Montalcino “Brunello”

Vinificazione: medio-lunga macerazione sulle vinacce con frequenti rimontaggi scalari; temperatura massima fatta liberamente salire fino a 30° C

Affinamento in legno: oltre 30 mesi in botti di rovere di Slavonia e francese medio-grandi

Affinamento in bottiglia: superiore al minimo di 4 mesi come da disciplinare di produzione, in locale condizionato

Colore: rosso rubino intenso tendente al granato

Profumo: floreale, fruttato, intenso, con sentori di sottobosco

Sapore: di grande struttura, elegante ed armonico, molto persistente

Abbinamenti: carni rosse in umido e selvaggina, formaggi stagionati. Stappare la bottiglia almeno due ore prima al fine di arieggiare il vino. Servire ad una temperatura di 18°C in ampi bicchieri di cristallo

Prima annata prodotta:  1966

Bottiglie prodotte: 

1500 ml – 110 bottiglie

750 ml – 20.789 bottiglie

375 ml – 648 bottiglie

Andamento climatico:  Un andamento climatico perfetto con un inverno e una primavera estremamente ricchi di neve e di pioggia che hanno idratato il terreno in profondità. Grazie a questa scorta d’acqua le viti hanno sopportato bene un luglio caldissimo e, in agosto, hanno avuto difficoltà a invaiare a causa della mancanza di stress idrico. Dopo un settembre caratterizzato da forti escursioni termiche superiori ai 10C° fra giorno e notte, abbiamo assistito ad un caso abbastanza eccezionale, in cui l’uva è arrivata a maturazione mentre le viti erano ancora in vegetazione. Questo andamento climatico ha consentito di ottenere uve di grandissima qualità, perfettamente mature sia dal punto di vista tecnologico che polifenolico, con valori assoluti difficilmente riscontrabili sul sangiovese. Annata da ricordare.

Valutazione annata: 

(Consorzio del Vino Brunello di Montalcino)